Gadget.

Tanti giornali offrono decine di gadget inutili quando ti abboni.

Ebbene oggi stavo leggendo il Timone che in un trafiletto diceva che erano stati costretti ad aumentare il costo dell’abbonamento, in compenso pero’ loro fanno dire 3 messe alla settimana per tutto l’anno per i loro abbonati.

Questo si’ che e’ un valore aggiunto ad un mensile esegetico.

Halloween – 2.

Mi prendo ancora 5 minuti per parlare di un incontro che si e’ tenuto ieri sera con Giancarlo Padula e Devis Dazzani.

2 ore di incontro passate interamente ad evidenziare la demoniacita’ della sera del 31 ottobre.

Dietro al titolo “Halloween: giu’ la maschera” (che poi e’ un libro ormai difficilmente reperibile del primo, ed un documento scaricabile del secondo, vedi comunque anche qui) non c’e’ stato cio’ che avrei gradito, ovvero un disassemblaggio della festa consumistica attuale, bensi’ un’evidenziazione di tutto il male che questa manifestazione si porta appresso: satanismo, esoterismo, magia, ecc.

Sarebbe stato molto meglio (vista anche la platea di insegnanti, catechisti, sacerdoti, educatori, genitori comunque tutti cattolici) dopo una debita introduzione con i temi sopra indicati, promuovere una corretta alternativa soprattutto in considerazione del fatto che quella sera, con i Primi Vespri, si entra gia’ nella Solennita’ di Tutti i Santi. E secondo me serve una pro-posta (qualcosa a favore) in tono alla prima antifona: Per i tuoi santi, o Dio, / splende una luce perenne / e una vita senza fine, alleluia.

Lungimiranza.

In data 4 maggio scorso un lungimirante On. Lucio Barani promosse un’interrogazione parlamentare urgente circa i servizi igienici da mettere a disposizione dell’On. Wladimiro Guadagno.

Oggi e’ scoppiata una polemica perche’ l’On. Elisabetta Gardini si e’ trovata l’On. Guadagno, uomo per l’anagrafe ed anche per il sito della Camera (lo si evince ad esempio perche’ indica nato e non nata come per la Gardini), nel proprio bagno.

Se l’On. Guadagno non fosse un omosessuale dichiarato la polemica sarebbe stata tutta nei confronti di un uomo dentro il bagno delle signore. Ma in questo caso pare che la colpevole, almeno a leggere il Corriere o Repubblica (entrambi si riferiscono all’On. Guadagno al femminile), sia l’On. Gardini che poveretta si trova un uomo nel proprio bagno e deve anche avere torto.

Non c’e’ che dire, la lungimiranza dell’On. Barani quando diceva di stare attenti a non provocare imbarazzo tra uomini, donne, transgender relativamente all’utilizzo delle toilettes in uso al Parlamento Italiano.

Vendita milionaria.

No, purtroppo non sono io ad aver venduto ma Giorgio.

Dal comunicato di Dmail Group risulta che ha (hanno) ceduto il 51% della societa’ ricevendo 1,4 milioni di euro in contanti fra lo scorso agosto ed il prossimo gennaio oltre 0,7 milioni di euro in azioni Dmail.

Mi spiace non averlo saputo prima.

Complimenti comunque a Giorgio che conosco di persona ed al socio che non ho avuto l’onore di conoscere.