Vantarsi a vanvera.

Nella puntata di oggi di Sportello Centounico un ascoltatore ha chiesto chi ha scritto la Costituzione.

La risposta è arrivata da un altro ascoltatore che ha marcato il fatto che qualunque italiano dovrebbe sapere la risposta.

Quando i presentatori hanno poi chiesto come fosse stata formata l’assemblea costituente il sapientone ha dichiarato che era formata da persone scelte dai partiti perché appunto non c’era ancora la Costituzione per fare le elezioni.

La realtà, quella che davvero tutti dovrebbero sapere, è che l’assemblea costituente venne eletta nelle prime libere consultazioni a suffragio universale italiane ovvere contemporaneamente al referendum il 2 giugno 1946.

Un minimo di storia del nostro Paese, quello che una volta veniva chiamata educazione civica, servirebbe assolutamente ancora.

Incidenza.

Sabato mattina verso le 12 ero qui in negozio quando sento uno strano rumore di lamiere. Guardando fuori vedo solo il camion dei vicini che stava rientrando ed ho pensato che fossero loro ad aver urtato qualcosa.

Poi li vedo scendere di corsa dal camion e correre verso il negozio, esco e vedo l’incidente: una donna stesa a terra accanto alla sua bici ed all’auto con cui si è scontrata.

Fortunatamente c’erano loro che hanno chiamato l’ambulanza (arrivata in 2 minuti netti, se l’avessi chiamata io come per un altro incidente ci avrebbe messo 15 minuti) e si sono occupati di tutto.

Ieri sera ero in casa all’ora di cena con suoceri e genitori. Finito di mangiare mi affaccio alla finestra e vedo tante auto rallentare. Capisco che si tratta di un incidente ed esco di casa mosso forse più dalla curiosità che altro.

Altre auto ferme hanno già chiamato sia il 112 che il 118 e dunque non mi preoccupo di chiamare, in compenso come già in altra occasione ho preso il giubbottino al limone ad alta visibilità e mi sono messo a dirigere il traffico.

Sono stato a fare protezione civile (la protezione civile sei anche tu, recita lo spot) per quasi due ora su mandato della Polizia che non aveva una seconda auto per bloccare il traffico da entrambe le direzioni. Poi alla fine hanno recuperato un’auto dei Carabinieri per bloccare l’incrocio. Ironia della sorte i lampioni di quel tratto di strada ieri sera non funzionavano e tutte le operazioni di soccorso, rilievo e rimozione sono stati fatti con le fotoelettriche dei Vigili del Fuoco.

Ecco, avrei potuto tranquillamente e legittimamente guardarmi NCIS in poltrona mentre le FFOO si arrangiavano mentre mi sono sentito di dare una mano nel mio piccolo (ed a mio rischio visto che diverse auto non rallentavano neppure con la serie di lampeggianti blu), forse è dovuta a qualche reminescenza di scoutismo o forse ad un sentimento di dovere civico.

Di certo se tutti facessero il possibile, senza fare gli eroi che spesso producono più danni che benefici (mi sono ben guardato dall’avvicinarmi ai feriti sulle auto prima che sopraggiungessero le ambulanze), forse l’Italia sarebbe un posto un po’ migliore.

Ho aspettato un po’ per scrivere questo post. Dopo due incidenti in due giorni non vorrei che…

UPDATE: uno dei due automobilisti è morto.

Il mare in una vasca.

In Cile c’è una piscina da Guinness. Diverse fonti riportano i dati salienti:

Lunghezza: oltre 1000 metri
Area: 8 ettari
Profondità: fino a 35 metri
Capacità: 2,5 milioni di litri

Un ettaro per chi non lo ricordasse sono 10.000 metri quadrati dunque 8 ettari sono 8.000.000 di decimetri quadrati.

2,5 milioni di litri sono 2.500.000 di decimetri cubi.

2.500.000 / 8.000.000 = 0,3125 decimetri.

Se tutti i dati di partenza sono corretti (ed il dubbio è forte, visto che il sito dei Guinness comunque non li riporta tutti) la piscina ha una profondità media di 3 cm.

Understanding CC for journalists.

Paul The Wine Guy dopo il BlogStar Death Match ha lanciato una nuova iniziativa, questa volta di peso e di carattere internazionale.

Understanding art for geeks è un set di opere d’arte famose reinterpretate perché siano comprensibili anche ai geek (non ci vuole molto a capirlo per chi conosce l’inglese).

Come dicono chiaramente le pagine su flickr queste immagini sono soggette ad una licenza Creative Commons, per l’esattezza questa.

Evidentemente in Via Solferino ignorano del tutto cosa significhi “devi attribuire la paternità dell’opera nei modi indicati dall’autore” dal momento che le hanno inserite con un riferimento, non un link, generico a flickr.com.

Vorrà dire che chiunque può prelevare quello che vuole dal sito corriere.it e ripubblicarlo senza problemi visto che il Corriere considera i contenuti online liberamente copiabili senza rispettare i diritti d’autore.

La sostanziale differenza è che Paul The Wine Guy ha prodotto contenuti innovativi e veramente originali apprezzati in tutto il mondo.

Italia degli Spammatori.

C’è qualche buontempone dell’Italia dei Valori a Roma che forse non ha apprezzato la debacle al Senato e così mi hanno iscritto alla lista IdV.

Nulla di trascendentale, ci si può sempre cancellare (anche se dal partito del buon Di Pietro che c’azzecca mi aspetterei più rispetto delle leggi compresa quella della privacy) se non fosse che nella pausa pranzo me ne hanno inviate 7 (sette!).

E fra l’altro il sistema di cancellazione è pure stupido, non sa quale casella cancellare se non glie lo dici tu.

Ora facciamo presto.

Il governo è caduto, 161 a 151 il risultato politico finale.

Già questa sera Prodi si è dimesso. Devo rendergli merito di aver combattuto fino in fondo. Non come un leone ferito ma come un combattente.

Sì, concedo a Prodi l’onore delle armi.

Domani Napolitano inizierà le consultazioni a partire, come di consueto, dai presidenti dei due rami del Parlamento.

Poi toccherà ai gruppi politici ed a parte Veltroni e Dini tutti gli altri paiono favorevoli al voto. Fassino pensa ancora di poter fare la nuova legge elettorare prima del voto. Onestamente ritengo sia una chimera. Scrivere la legge, approvarla, farla entrare in vigore prima dell’inizio del conto alla rovescia con la presentazione delle liste allungherebbe e non di poco i tempi di sede vacante in un Paese che ha bisogno di un governo che governi.

Fino ad aprile 2006 ci siamo trovati con 2 anni di campagna elettorare ininterrotta con i media (quelli accusati anche oggi dal Papa) che hanno creato la profonda spaccatura che oggi ha raggiunto la sua massima profondità.

La mia speranza ora è che facciano presto, che non ci troviamo in questo tempo con una lacerazione ancora più grave.

Elezioni subito, con questa legge, anche se ho firmato per il referendum non c’è tempo per aspettarlo.

Con tutto il cuore lo spero, per il bene dell’Italia, ora facciamo presto!

Walterloo.

Oggi è il giorno della resa dei conti, non tanto per Prodi che comunque ha fatto tutti i danni che doveva fare, quanto per Veltroni.

Ieri dal PD si è affrettato a smentire l’idea di remare contro al governo perché sanno chiaramente che la sconfitta del governo oggi porterà necessariamente ad una sconfitta primaverile del centrosinistra.

Ed il segretario del Partito Democratico è colui che maggiormente rischia il posto. Abbastanza tranquillo, prima dell’uragano Clemente, che in ogni caso si sarebbe votato con una legge elettorale diversa (a seguito del referendum o della riforma parlamentare*) che favoriva il partito principale della coalizione a scapito dei partiti minori, si era sbilanciato a dire che il PD correrà comunque da solo. E se rimane in vigore il Porcellum correre da soli vuol dire sconfitta. O si rimangia le parole (e gli alleati che erano scandalizzati per recuperare qualche poltrona lo perdonano) perdendo prestigio o non se le rimangia perdendo miseramente le elezioni.

Dunque il peggior incubo che può materializzarsi per Veltroni oggi è che Prodi tiri dritto fino al Senato questa sera e che ragionevolmente perda. A quel punto per Napolitano, salvo arrampicature sugli specchi, non resta che sciogliere le camere ed indire elezioni anticipate.

Se Prodi anticipasse le dimissioni invece potrebbe ottenere un appoggio da Casini che ha detto chiaramente che se si vota in Senato l’unica via di uscita sono le elezioni anticipate.

Fra l’altro un nuovo governo dovrebbe per forza di cose essere tecnico e non politico. Infatti non ci sarebbero abbastanza poltrone, grazie alla finanziaria che fissa in massimo 12 il numero dei ministri, per una maggioranza come quella che ha governato fino ad oggi tolto l’UDEUR (e Dini) ed aggiunto l’UDC. Se proprio si volesse un governo politico quello che dovrebbe cedere più poltrone (sia in assoluto che in rapporto di forze) se vuole andare avanti sarebbe, un’altra volta, il PD.

Allora forse anche le dimissioni preventive di Prodi non sarebbero un salvagente per Veltroni.

Comunque vada oggi ne vedremo delle belle perché il PD ne uscirà sempre perdente.

Alla fin fine, ad essere sincero fino in fondo temo molto, dal punto di vista professionale, questa situazione.

* Meriterebbe un altro post ma non ho tempo di scriverlo. Strano che per abbattere la legge 40 la sovranità del popolo fosse essenziale mentre per la legge elettorale gli stessi si siano affrettati a dire che il referendum era sbagliato perché era il Parlamento a dover deliberare in materia.

Nuovi figuri.

Oggi pomeriggio sono arrivato in negozio per smaltire gli arretrati a seguito dell’indisposizione di ieri.

Mi si presenta uno strano figuro, un ragazzotto che dice di venire da parte delle “centrali elettriche“. Come dicevo avevo degli arretrati e quindi ho tagliato corto (anche perché di fatto il mio contratto è annuale e prima di dicembre non posso cambiare).

Comunque oltre alla presentazioni così assurda dal momento che non esistono “le centrali elettriche” ma esistono i produttori ed i distributori di energia elettrica, ha cercato invano di farmi passare il messaggio che pagando il deposito cauzionale (che di norma si versa e non si paga) si può accedere a tariffe di tutto vantaggio.

Qualcuno dei miei lettori sa mica se c’è un discorso serio dietro (ed eventualmente da parte di chi) oppure se è un nuovo tentativo di raggiro per cui il soggetto incassa il deposito cauzionale senza alcun ritorno?

In ogni caso mi stanno decisamente antipatici quelli che entrano, iniziano a parlare per rifilarti qualcosa evitando accuratamente di presentarsi.

Suspense.

La situazione politica italiana attuale è meglio dell’incrocio fra il grande fratello, i soliti idignoti e la finale di Champions.

Se durante le nominations di oggi e domani non accade nulla domani sera, popcorn e birra alla mano, alle 20 in punto mi metto a guardare la TV sulle trasmissioni dal Senato. Per chi non avesse il satellite può sempre guardarselo dal sito del Senato stesso.

Più avvincente di Spider-Man (quello di ieri sera secondo me era penoso ed infatti alla fine del primo tempo me ne sono andato a letto) e con il vantaggio che nessuno può averlo già scaricato da eMule. O forse sì?