Zucconi.

Non Vittorio, ma un articolo di Popotus di ieri.

Quanti (troppi) zucconi

Zucconi. Sono quanti s’illudono che dietro ad Halloween non ci siano un sacco di persone pronte a fregarsi le mani per una quantità di acquisti spesso inutili (costumi, oggetti, dolci).
Zucconi. Sono coloro che pensano di trasformare la semplice allegria di una sera in un sistema per rievocare feste­ celtiche o pagane.
Zucconi. Sono peranche coloro che sotto il dolcetto o scherzetto dei bambini vedono sempre le corna e la coda del diavolo.
Zucconi. Sono i tipi che non prendono la ricorrenza per quello che­: non un obbligo da celebrare ogni anno, e nemmeno un’occasione da proibire a tutti i costi.
Zucconi. Sono insomma tutti quelli che cercano di trasformare Halloween in un pretesto per prendere in giro la morte. Che invece­ una cosa molto seria.

Queste sono le parole scritte nero su bianco sul supplemento del quotidiano dei vescovi italiani indirizzato ai bambini.

SEO o son desto?

Vuoi sapere se sei competente in ambito SEO o meno? Non sai neppure che significhi SEO?

Puoi provare allora il quiz su Antezeta (che mi da un po’ l’idea di AntZ = Zeta la formica).

Io l’ho fatto ma non chiedetemi come sono andato o suggerimenti perché le risposte si avranno tutti insieme il primo dicembre.

Nel frattempo ogni settimana potresti vincere un libro.

Ora che ve l’ho detto sono pure calate le mie probabilità di vincerlo, ma fa lo stesso.

Spamchising.

Sapete cos’è il webchising? È una specie di franchising sul web come ci spiega meglio Andrea.

E lo stesso Andrea fa una buona analisi quando scrive che senza investimento non si può avere ritorno economico.

Il problema ora è che oggi mi è arrivato il primo messaggio di spam da parte in un webchisee.

Una mail indirizzata al responsabile marketing (non ho capito il motivo) che mi invitava a visitare uno store con indirizzo *.shop.it dove avrei trovato oltre un milione di prodotti con sconti fino al 70%.

Ovviamente viene fuori uno store non molto diverso dal mio creato e abbandonato che non ha mai venduto un prodotto (meno male che l’e.commerce professionalmente lo faccio in altri modi).

La mail poi si conclude con un’informativa privacy farlocca in quanto viola le norme vigenti. Non è ammesso in Italia l’opt-out.

Ecco, la domanda che facevo anche ad Andrea è questa: quale è oggi il rischio che decine, centinaia di persone pensino di poter entrare nell’e.commerce con questa scorciatoia per poi iniziare a spammare a pioggia?

C’è poi la domanda anche sulla responsabilità dello spam. Perché il link porta ad un sito gestito in tutto e per tutto da shop.it anche se il mittente con ogni probabilità non sono loro. Si può ravvisare un concorso di colpe nello spam? Non ho sottomano il contratto con shop.it, immagino che preveda espressamente il divieto di spam, ora ho segnalato loro quanto accaduto ed aspetto di vedere se il negozio verrà bloccato per violazione contrattuale o se continuerà imperterrito il suo lavoro.

Ricami profumati.

Mouliné DMC Secret Perfume.

La DMC è uscita or ora con il nuovo filato da ricamo per punto croce, si chiama Secret Perfume (profumo segreto).

In pratica strusciando un po’ il filo lo stesso rilascia un odore relativo al colore.

Il verde mela fa odore di mela, il rosso fragola di fragola e via discorrendo. Se volete maggiori informazioni andate a vedere dove li vendo i Mouliné DMC Secret Perfume.

Io personalmente avrei fatto anche un bel color bacon piuttosto che caramello o altri. Ma si sa che non sono io il target del prodotto.

Ma provate a dare un’occhiata al comunicato stampa ufficiale della DMC per il lancio del prodotto. Due pagine di contenuti, una dubbia pagina bianca ed a pagina 4 l’errore PS in bella mostra. Non sarebbe il caso di controllare oltre la prima schermata prima di rendere pubblico un comunicato stampa?