Marrazzo, parte la successione. Il centrodestra: elezioni anticipate – l’Unità.it

«Mi sembra di tutta evidenza che il presidente Marrazzo si trovi oggi in una situazione di stress psicofisico tale da non permettergli di svolgere serenamente il proprio lavoro, visto che è stato oggetto di un ricatto spregevole»

via Marrazzo, parte la successione. Il centrodestra: elezioni anticipate – l’Unità.it.

Ma se Marrazzo ora non è in grado di portare avanti serenamente il suo lavoro a causa del ricatto significa che il lavoro svolto negli ultimi era inadeguato? Se prendesse corpo questa strada ogni provvedimento preso dal presidente della regione Lazio potrebbe essere impugnato, perché pur in assenza di certificato medico non si può dire che lo stress non ci fosse.

Seconda domanda: cosa potrebbe cambiare da un giorno all’altro per consentire a Marrazzo il suo rientro prima della scadenza di marzo? Perché se si presume fin d’ora che non potrà tornare pienamente nei suoi poteri allora le dimissioni anticipate ed una nuova giunta subito sono certamente una soluzione più credibile.

Non faccio 10 domande come Repubblica, ma a queste due mi piacerebbe avere risposta.

Politically correct « Merciaioblog Weblog

Ieri sera Franceschini (candidato alle primarie per il piddì) intervistato al TG5 ha guardato l’interlocutore per tutta l’intervista… fino ad un certo punto, quando parlando del vice candidato si è girato verso la camera, ha fatto la pausetta mediatica di suspence, ha gonfiatto il petto e con faccia compiaciutissima ha detto: ed è nero.

via Politically correct « Merciaioblog Weblog.

Problemi BlackBerry con Google.

Stamattina, grazie alla pagina sui software per BlackBerry 8100, mi contatta un utente via mail.

Non gli funziona Google Mobile Apps. Pensavo fosse un problema singolo, ed invece è qualcosa di abbastanza generalizzato.

In buona sostanza in questo momento i rubinetti del BIS (BlackBerry Internet Service) sono stati chiusi quasi integralmente.

Ad esempio mentre vi scrivo le applicazioni native BlackBerry funzionano tutte regolarmente (comprese quelle installate in seguito come Google Talk e Facebook). Al contrario quasi tutte le applicazioni di terze parti partendo proprio dalla suite mobile di Google ma senza escludere Viigo e WordPress lamentano la mancata disponibilità della rete. Al contrario per esempio ÜberTwitter funziona regolarmente.

Tutto questo per gli utenti TIM come me (però per esempio mio fratello, pur essendo anche lui su TIM, non ha questo problema per ora), non so dirvi per gli altri operatori.

Per chi può (coloro che hanno un piano telefonico con dati inclusi su un APN diverso da blackberry.net) la soluzione è attivare l’APN dell’operatore telefonico, per gli altri non c’è che da aspettare per avere notizie dagli operatori o da RIM stessa.

Se nelle prossime ore la situazione si evolve vi terrò informati da questo post.

[update 24/10/09 ore 11.00]

Dopo qualche altro tentativo ed un’altra vittima sono ragionevolmente sicuro che la colpa sia di Google Mobile Maps 3.2.0. Purtroppo anche rimuovendo l’applicazione non si risolve il problema. Procedo con i tentativi per ripristinare il corretto funzionamento del telefono, nel frattempo suggerisco a tutti coloro che non avessero ancora aggiornato di non installare GMM 3.2.0 in attesa di risposte definitive.

[update 24/10/09 ore 14.30]

Allarme rientrato, su suggerimento di Andrea di BlackBerryItalia.it ho chiesto a TIM di rimandarmi i dati di configurazione e tutto è tornato correttamente a funzionare, strano che nei forum di supporto di Google questo non venisse suggerito.

210 anni in 2.

Sapevate che ci sono due francesi che stanno per compiere gli anni? Sono la Tour Eiffel che spegne 120 candeline, e non da meno è la Citroën che ha raggiunto la veneranda età di 90 anni.

E quest’anno festeggeranno insieme. Se, come me, non potrai assisterlo in diretta a Parigi potrai comunque vivere questo evento online su http://www.citroen.com/ in diretta o in differita.

E visto che in contemporanea ci sarà la presentazione della nuova C3 con il parabrezza Zénith (onestamente non mi sono mai piaciute troppo le auto così stempiate) il video sarà in formato 9:16 (non mi sono sbagliato l’ordine, sarà proprio nove sedicesimi).

Non mi resta che concludere, per la massima trasparenza, dicendo che questo è un post sponsorizzato.

Metilparaben: L’aborto degli altri

La contrarietà all’aborto è una posizione assolutamente legittima.

Essa, tuttavia, può essere praticata senza alcuna necessità di scendere in piazza adottando un accorgimento assai semplice: quello di non abortire.

Ne consegue che gli spagnoli di cui il Corriere dà conto non hanno manifestato contro l’aborto, ma contro la possibilità che gli altri abortiscano.

Mi pare che siano due cose sostanzialmente diverse.

E mi pare anche che sarebbe il caso di iniziare a dirlo con una certa chiarezza.

via Metilparaben: L’aborto degli altri.

Ci sto, facciamo una certa chiarezza.

Allora aboliamo anche il reato di omicidio, perché chi non vuole uccidere non ha mica bisogno che sia lo stato a dirgli di non farlo. Finché non sono io ad uccidere a posto, e se viene ucciso qualcuno che poi non si lamenta (perché sono pochi i morti che si lamentano) ancora meglio. Invece qualcuno che si lamenta in vece di un morto assassinato è scomodo e deve tacere.

Perché manifestare in pubblico il proprio dissenso, perché gli operai in sciopero scendono in piazza con i loro cortei ad importunare gli altri? Se ne stiano a casa e risolvano privatamente fra loro ed i loro padroni i problemi. Noi cosa centriamo?

Ma perché gli alleati nel ’43-’45 sono venuti a liberarci? Non andavamo bene succubi del regime nazi-fascista? Chi li ha invitati?

Se vedo qualcuno su un ponte che pensa di suicidarsi posso tirare dritto pensando che fa male ma sono affari suoi, oppure posso cercare di dissuaderlo. Oppure posso prendere la telecamera ed iniziare a fare il tifo perché si butti per poter rivendermi il filmato a qualche TV.

Un aborto non è un fatto privato ed una manifestazione contro l’aborto non è parimenti un fatto privato. Fa strano che gli stessi che vogliono mettere a tacere le manifestazioni in tal senso poi siano quelli che ritengono che sia stato violato l’Art. 21 della Costituzione.

Voltaire diceva: “Non condivido la tua opinione, ma darei la vita perché tu la possa esprimere.” e molti ne hanno fatto uno slogan, salvo poi fare molti distinguo sulla definizione di “opinione”. Perché poi magari ritengono che chi voglia evitare un aborto non abbia opinione, sia un idiota e basta.

Manifestare pubblicamente contro ciò che si ritiene sbagliato (ed a favore di ciò che si ritiene giusto) è corretto. Altrimenti aspetto un altro post in cui si manifesti dissenso dalle manifestazioni omosessuali, che facciano le loro cose a casa loro anziché portarle in piazza!

Premio Nobel per la Pace.

Il Premio Nobel per la Pace 2009 è stato assegnato a Barack Hussein Obama, presidente degli Stati Uniti.

Concordo con Sergio a definire questo premio molto prematuro, sembra quasi l’equivalente di una laurea honoris causa data ad un V. Rossi qualunque per far pubblicità a chi la conferisce più che ai meriti del neo Dottore.

Ma alla luce di questo premio appare ancora più assurdo che il vincitore del Premio Nobel per la Pace 2009 rifiuti di incontrare il vincitore del Premio Nobel per la Pace 1989.

ITALIAN INNOVATION – News – Brunetta: servizi on line alle imprese 9° posto in Ue. Ai cittadini 23° posto.

Il Ministro Brunetta ha ricordato che proprio ieri è stata avviata una nuova iniziativa – per la quale è previsto un finanziamento pari a 1,5 milioni di euro – per diffondere l’utilizzo degli emoticon presso i 5.708 Comuni con meno di 5.000 abitanti […]

via ITALIAN INNOVATION – News – Brunetta: servizi on line alle imprese 9° posto in Ue. Ai cittadini 23° posto..

Certo che ci vuole una bella faccina di bronzo per spendere quella cifra per insegnare a fare le faccine. Se gli avessero lasciato usare MSN lo stato avrebbe speso meno.