Alle poste l’ardua sentenza.

Questa mattina sono andato in posta a versare sul conto corrente.

Entrato all’ufficio postale c’era l’immancabile enorme fila, guardo il distributore dei numeri e c’era quello specifico per i correntisti accanto a quello per le operazioni bancarie per non correntisti.

«Bene» penso fra me e me, è cosa buona che i correntisti possano avere un trattamento riservato, del resto contribuiscono più degli altri a mantenere aperta questa struttura.

Prendo il numero e subito mi rendo conto che qualcosa non va, come mai fra le ultime 4 chiamate nessuno era correntista?

In buona sostanza fra i 4 sportelli aperti ce n’erano 2 riservati alle operazioni postali (mi pare giusto) e 2 per le operazioni bancarie.

Di questi 2 uno si occupava esclusivamente delle operazioni per non correntisti (bollettini, multe, ricariche telefoniche e carte, ecc.) mentre l’altro faceva sia correntisti che non con una proporzione che non ho ben identificato.

Alla fine della fiera coda il risultato è stato che io correntista sono stato servito almeno 5 persone dopo quello che sarebbe stato il mio turno nella coda normale.

Alle poste ci tengono così tanto ai loro correntisti che vogliono tenerli con se ben più degli altri comuni clienti.

Ma se i correntisti non volessero?

Cambiare amministratore gruppo Whatsapp.

Come tutti sapete Whatsapp non è mai stata molto intuitiva per la gestione dei gruppi: 1 solo amministratore (quello che ha creato il gruppo) e se questi se ne andava prendeva il suo posto un altro non si sa bene su quali basi.

Qualche giorno fa mi sono imbattuto proprio in questo problema, l’amministratore del gruppo si era erroneamente cancellato e chi aveva preso il suo posto non ha tempo e “rubrica” per farlo. Ho cercato in giro ma la soluzione più funzionale sembrava essere sempre e solo quella di creare un nuovo gruppo e migrare tutti i partecipanti.

Ma qualcosa, in maniera stranamente silenziosa*, è cambiata negli ultimi giorni con le nuove release dell’app di messaggistica. Ora l’amministratore di un gruppo può nominare altri amministratori con pieni poteri. La rimozione dalla carica di admin invece rimane legata all’uscita dal gruppo.

Vediamo nei dettagli come procedere. La procedura è comunque semplicissima.

  1. L’admin attuale (com’è ovvio che sia) deve andare sul gruppo ed aprire la pagina delle info.
  2. Dall’elenco delle persone sceglie (una per volta in caso di “promozioni” multiple) quella da elevare al grado di admin.
  3. Click sul  nome, “Aggiungi [nome] agli amministratori”.
  4. Il gioco è fatto!

Era ora che aggiungessero questa feature. Ogni admin può aggiungere membri, nominare altri admin e cancellare utenti (voi compreso). Quindi occhio a non farvi fregare il vostro gruppo.

Altra novità che riguarda i gruppi è stato il passaggio dal limite di 50 membri a 100.

* dev’essere stato in concomitanza con la doppia spunta blu che ha catalizzato tutta l’attenzione.