Eclissi di desiderio.

Spero non sia necessario ricordarvi che venerdì mattina ci sarà un’eclissi di sole, non totale ma comunque ben visibile.

Ricordo che le volte precedenti diversi giornali, magari quelli più scientificamente orientati, proponevano in vendita gli occhialini appositi a poca spesa e tanta meraviglia.

Così, grazie ad una maestra lungimirante che vuol far vedere ai bambini l’eclissi, mi sono guardato attorno. E la desolazione mi ha colto. Nessun giornale, da quel che mi risulta, ha pensato di offrire come allegato facoltativo gli occhialini di cartone con le lenti scure che hanno un costo piuttosto esiguo.

So bene che gli allegati ai giornali hanno scopo di aumentare le vendite. E le vendite crescono se il cliente ha un bisogno (naturale o generato dal gadget medesimo) e che quindi nessuno propone gli occhialini se prima nessuno ha mai chiesto se ci sarebbero stati gli occhialini (o comunque informazioni in merito all’eclissi).

Ebbene tutto questo mi fa pensare che si sia perso il desiderio nel suo significato etimologico di senso di mancanza delle stelle. Il materialismo tecnologico ha preso il sopravvento e così ci troviamo a bramare di più ad una mela morsicata che non al Sole “morsicato” dalla Luna.

Per favore, venerdì mattina prendetevi 2 minuti. Smettete di guardare il vostro smartphone e guardate in alto. Con un’adeguata protezione per la vista però.

Rispondi