Buon 2015.

Vedo tanta gente postare auguri per un anno “sereno”, “tranquillo”, insomma… dormienti per 24 ore al giorno per 365 giorni.

Spiacenti, ma se proprio dovessi scegliere come sarà questo 2015 lo voglio uguale al 2014.

Non voglio un anno facile, non serve a nulla un anno facile. Solo chi sta fermo non fa fatica.

Io invece voglio un anno vivo, in cui ci sono delle difficoltà, da affrontare e superare, che fanno crescere.

Voglio un anno di crescita. Voglio diventare grande.

Che il 2015 ci faccia diventare tutti più adulti.

Domani è un altro anno.

Non ho granché da dire ma non mi andava di sprecare questo titolo (che poi google dice che non è neppure originale).

Questo anno finisce tutto sommato bene. Perché se tu lo passi a scavare un buco di ½ metro mentre tutti attorno lo scavano di 3-5 metri allora alla fine tu sarai sulla vetta di un monte. O almeno potrai crederlo.

Non c’è un fatto eccezionalmente positivo né eccezionalmente negativo che mi farà ricordare questo 2011.

Spero che il 2012 non sia peggiore di questo, ho già preparato alcune novità, altre le sto elaborando. La soglia dei 40 mi sta dando qualche nuovo slancio. Le 11 bocche da sfamare ogni giorno anche 🙂

Quindi di cuore buon anno, che sia come voi desiderate ed operate affinché lo diventi. Sapendo che si costruisce di giorno in giorno, non c’è mai un inizio ed una fine, se non un Inizio ormai passato ed una Fine prossima ventura definitiva.

Buon Natale 2011.

Questo è il momento in cui dovrei darvi i miei auguri di Natale.

Ma io funziono a danni alterni. (vi piace il refuso?)

Quindi nel 2008 ho scritto un bel post (in realtà era pessimo ma c’era una bella foro, molto meglio di quella di quest’anno e quindi la riciclo qui).

Nel 2009 dopo un lungo riassunto dei fatti dell’anno ho rimandato agli auguri del 2008.

Nel 2010 ho scritto un bel post (sempre a mio parere).

Nel 2011, l’ultimo Natale per coloro che credono nella profezia Maya, non ho molto da scrivere ma voglio lasciarvi con i miei più cari auguri che sia un Natale gioioso perché malgrado tutti i fatti che ci hanno accompagnato durante l’anno il Natale è un evento di gioia e di luce.

Vi lascio anche con questa frase, non ne ho capito bene il senso ma mi piace:

L’Eterno si è fatto essenziale affinché la nostra essenza fosse fatta per l’eternità.

Buon Natale.

Buon Natale.

Natale non è la festa dei santi. Ci sono tanti altri modi per Dio di comunicare con loro.

Natale è la festa di coloro che non cercano Dio o che credono che sia come un supereroe avulso dalla propria vita.

Natale è la nostra festa, la festa di coloro che si stupiscono di fronte all’immagine di Dio, ad un bambino che nasce.

Natale in fondo è tutto qui, lasciarsi provocare da un grande mistero. Perché la nascita è il mistero più grande dell’universo.

Natale è smettere di tirare l’acqua al proprio mulino, di risvegliarsi dal sonno. Se anche solo per cinque minuti ci saremo soffermati su questo fatto il Natale sarà venuto a noi.

A Santo Stefano forse apparirà, a noi ed agli altri, che siamo di nuovo addormentati e presi dai nostri tormenti quotidiani. In realtà dentro di noi già ci sarà la novità che crescerà nel nostro intimo, in quella parte di noi che spesso non conosciamo neppure tanto siamo riusciti a nasconderla bene.

Non chiedo, a me in primis, di spalancare la porta, ma perlomeno di non sbarrarla.

Buon Natale.

Stefano

Il Grande Cocomero.

L'offensiva cattolica anti-Halloween.

Ecco il titolo di un articolo odierno del Corriere. Decisamente offensivo.

La Chiesa addirittura va contro ad Halloween: ingerenza!

E se fosse banalmente che la Chiesa voglia riscoprire una sua festa un po’ offuscata?

Perché fra poco meno di due mesi allora il Corriere potrebbe titolare “L’offensiva cattolica anti-Babbo Natale” e giù di nuovo a commentare l’ennesima pretesa del clero di esporre i Gesù Bambino e di aprire le chiese nottetempo.

Per quanto mi riguarda già l’anno scorso ho organizzato in prima persona la “Festa dei Santi” con messa per i bambini, banchetto e giochi. Eravamo un centinaio di persone ed altrettanti saremo quest’anno.

Non faccio una contro-Halloween semplicemente perché quella è una festa che non mi appartiene, né sono andato in giro a fare promozione della mia presunta anti-festa, sono bastate poche semplici chiacchiere per avere un ampio riscontro.

Magari ho avuto l’adesione di soli bigotti che non avevano mai pensato ad una festa simile per non essere tacciati di clericalismo, ma visto che è cosa nota per tutti che sono un baciabanchi non ho avuto alcun problema a farmi promotore.

Una vignetta ci Charlie Brown su Halloween.

Poi se uno vuol celebrare il grande cocomero per i motivi più disparati ad perché si sente più celtico che cattolico, perché è anticlericale, per motivi squisitamente economici (come nella vignetta a lato) io non è che mi scandalizzo. Al massimo mi può disturbare che l’amministrazione pubblica dedichi ormai più risorse a questa festa che al Natale. Mica perché sia un bigottone, anche solo perché, laicamente parlando, il Natale è la festa più economicamente importante dell’anno e per l’amministrazione locale incentivare questa festa significa far crescere il volume d’affari dei negozi del proprio territorio con conseguente aumento dei redditi e quindi degli introiti nelle pubbliche casse.

Sagra di San Lorenzo 2010.

Dopo il post per l’edizione del 2008 e quello per l’edizione del 2009 (con tanto di raduno di blogger) eccomi a scrivere il post per l’edizione 2010.

Il programma non ha nulla di così innovativo rispetto alle edizioni precedenti.

Si parte venerdì 6 agosto con la musica di Dante Music Show ed il tiro alla fune.

L’innovazione più grande c’è sabato 7 con il raduno cicloturistico, in serata il pattinaggio artistico e Sgabanaza con Cassio Babini (adatto principalmente a chi comprende il dialetto romagnolo).

Per domenica 8 c’è la possibilità del pranzo, in serata concerto de I Terrestri e sfujareia e sgranatura del mais.

Lunedì 9 ci aspetta Frank David band (che se non erro è un’altra novità) e Raduno di auto e moto d’epoca.

Martedì 10 gran finale con I Diavoli della Frusta e relativi balerini.

Ed anche il menu, per fortuna, non si distanzia da quello già noto ed ampiamento collaudato con cavalli di battaglia come i cappelletti fatti a mano ed il castrato ai ferri. L’offerta è molto più ampia, io ad esempio preferisco il salame ai ferri. Diciamo comunque che non è molto adatto a vegetariani e vegani.

Infine anche il luogo di svolgimento è invariato. Trovate la festa a San Lorenzo di Lugo (RA).

Una mia foto scattata da Giovy l'anno scorso.

Personalmente non penso che organizzerò in prima persona un altro ritrovo di blogger ma se vi capita di passare dalla festa avvisatemi, sono quello con la polo bianca con la graticola disegnata sulla schiena 😛 (se venite capite il perché della faccina)

Se però qualche volontario vuole organizzare qualcosa e si riesce a fare un gruppetto decente avvisatemi per tempo che vedo di riservare un tavolo. La giornata più tranquilla sarà presumibilmente venerdì.

Potete anche fare il checkin su foursquare, anche se non sono previsti bonus e se quasi certamente rimarrò sempre io il mayor.

Buon appetito a tutti.

Il Signore è Risorto!

«Perché cercate tra i morti colui che è vivo? Non è qui, è risorto. Ricordatevi come vi parlò quando era ancora in Galilea e diceva: “Bisogna che il Figlio dell’uomo sia consegnato in mano ai peccatori, sia crocifisso e risorga il terzo giorno”»

Buona Pasqua a tutti coloro che mi seguono, di qualunque parrocchia essi siano.

Buon anno.

Ho ancora un po’ di tempo prima di buttarmi nel vortice che mi condurrà alla soglia del 2010.

Approfitto dunque della nuova fiammante veste grafica del mio blog (che necessita ancora di alcuni adattamenti) per poter augurare a tutti i miei (sempre meno dalle pagine web) lettori un buon 2010.

Uno di quegli anni che alla fine ci si dice che se l’anno dopo deve andare peggio che vada come il 2010.

Ecco, io un altro anno come il 2009 non è che lo apprezzerei tanto. Ma se deve essere peggio meglio che sia uguale.

Buon Natale.

La barra che tiene i conti a lato del blog è impietosa: Novembre 2 post, Dicembre 5 con questo.

Quest’anno è sulla via della conclusione e non saprei che bilancio trarne.

Di certo è stato un anno rivoluzionario nella mia vita per una serie di eventi personali e professionali.

È stato anche un anno che ha ridotto (o cambiato?) la mia presenza online e su questo blog in particolare.

Primo fra tutti è stata la nascita di Anna che ad oggi non ha ancora un post tutto suo come invece era accaduto per Pietro e Michele (addirittura una serie di post).

Poi la mia “manutenzione” ospedaliera che si è conclusa con un nulla di fatto.

A seguire la mia vita bigotto/parrocchiale su cui non mi soffermo perché sarebbe lunga e difficile da comprendere e dall’interesse esiguo.

Ho cambiato finalmente l’auto dopo 12 anni di onorato servizio del vecchio Scudo è arrivato il Trafic.

Nell’attività dopo un po’ di attesa abbiamo fatto cose banali ma che danno il segno del non sedersi sugli allori (o sui cactus). Vorrei molto di più ma il bilancio è più intransigente della bilancia.

Considerando l’anno di crisi non possiamo neppure deprimerci.

Tutto questo meriterebbe link all’interno del blog, ma ora non ho tempo di andarli a cercare, devo ancora recuperare tanti regali.

Ecco, fortuna che Gesù nasce per me (ed anche per voi pagani) anche se io sono indaffarato in tutt’altro. Come il pastore dormiglione del presepe.

E se lo fa Beggi posso farlo anche io.

Buon Natale a tutti coloro che passano di qui.